Newslot e VLT: a confronto le slot machine protagoniste dell’intrattenimento legale

Newslot e VLT: a confronto le slot machine protagoniste dell’intrattenimento legale

Non erogava vincite in denaro ed era americana la prima macchina che ricorda il funzionamento di una slot machine. L’antenato delle odierne VLT fu concepito verso la fine dell’Ottocento a New York, da Mr. Sittman e Mr. Pitt. Qualche anno più tardi Charles Fey, sempre in America ma stavolta in California, sviluppò ulteriormente questa macchina fino a farla diventare un elemento di attrazione per gli appassionati di gioco. E da allora non si è mai fermata l’ascesa di questo strumento pensato per l’intrattenimento legale.

Ma chissà se i pionieri di queste apparecchiature immaginavano il successo che avrebbero avuto nei decenni a venire, con la loro diffusione presso bar, tabaccherie ed altri luoghi aperti al pubblico.

La tecnologia ha fatto il resto modificando l’estetica di queste macchine, rendendole sempre più interessanti per gli avventori, con nuove proposte di gioco. E infatti anche nel nostro Paese, nel corso degli anni, è andato aumentando il gradimento nei confronti di questi strumenti di gioco. Come dimostrano i dati diffusi di anno in anno dai Monopoli di Stato che parlano di milioni di euro spesi in questi giochi.

Le slot machine si dividono essenzialmente in due gruppi: Newslot o AWP e VLT che sta per videolottery. Il loro accesso è vietato ai minori di 18 anni.

Le Newslot

  • sono state introdotte nel 2004
  • è possibile giocare solo con le monetine, fino ad un massimo di un euro
  • si può vincere fino a 100 euro
  • su ogni apparecchio è installato un solo gioco
  •  è facile trovare queste macchine al bar, al ristorante, nei lidi balneari.

Le VLT

  • sono arrivate sul mercato nel 2010 ed hanno ampliato il modo di giocare sulle NewSlot.
  • Si può giocare con monetine ma anche con banconote e ticket: da 50 centesimi a 10 euro.
  • Ogni partita può portare a vincere un massimo di 5mila euro.
  • Le VLT sono anche collegate in rete fra loro quindi ogni giocata contribuisce all’ammontare di un jackpot, di sala e nazionale, dell’importo massimo, rispettivamente, di 100mila e 500mila euro.
  • Ogni apparecchio dà la possibilità di scegliere fra molti giochi differenti.

Oggi il gestore che vuole proporre queste apparecchiature deve creare un vero a proprio negozio gioco cioè un ambiente dedicato alle sole slot machine, con specifico ingresso. Come Fantasy World che dispone di tre sale gioco e di un rispettabile parco macchine, fra Newslot e VLT:

 

Fonti:

 

La redazione di Fantasyworld